QIGONG DEI NOVE ANELLI – JIU LIAN HUAN九连环

QIGONG DEI NOVE ANELLI – JIU LIAN HUAN九连环
IL QIGONG DEI NOVE ANELLI – JIU LIAN HUAN九连环

Note di: M. Wen Zhong You, M. Giacomo Valpiola, M. Gabriele Filippini

Il Qi Gong dei Nove Anelli è una tecnica relativamente “moderna” codificata dalla famiglia HU di Kunming (Yunnan, RPC) circa alla metà degli anni ottanta. Tale tecnica riprende e sistematizza i più caratteristici movimenti volti alla tonificazione del qi tipici delle antiche scuole Daoiste. Questa tecnica è così denominata perché consta di 9 esercizi concatenati gli uni agli altri che vengono eseguiti per un minimo di 9 ripetizioni. Tale tecnica si prefigge di agire sulle strutture

lao When esegue i 9 Anelli
lao When esegue i 9 Anelli

energetiche “centrali” dell’individuo: i tre dan tien, il san jiao, i meridiani ren mai e chong mai. In termini più occidentali possiamo parlare di riequilibrare il sistema endocrino, ritenuto essere all’apice delle funzioni dell’organismo. Le ghiandole endocrine influenzate sono: ipofisi, tiroide, paratiroide, le surrenali, le ovaie ed i testicoli, il timo, la milza ed il pancreas.Tornando alla visione cinese classica ricordiamo che quanta più energia è contenuta nel Dantian, tanto più in salute sarà l’individuo e più lunga la sua vita. Quindi durante l’esecuzione della sequenza cerchiamo la sensazione di una palla che si forma e si solidifica nel Dantian, essa è il serbatoio della nostra energia. Ricordiamo che Il numero 9 è l’ultimo dei numeri semplici, poi si dovrà ricorrere allo 0, ed in quanto tale li riassume in un certo senso tutti. Nel 9 l’opera è completa. Ogni esercizio va quindi eseguito per nove volte e se è suddiviso in diverse parti ognuna va sempre eseguita per 9 volte.

Per concludere ricordiamo che gli esercizi che compongono il Qigong dei Nove Anelli, al pari dello Zhangzhuan, concorrono sensibilmente alla stimolazione del movimento nella pratica dello Zifagong (qigong del movimento spontaneo indotto). Di seguito una breve descrizione per gli esercizi, utile per chi già conosce la sequenza. Invitiamo gli interessati all’apprendimento del Qigong dei 9 Anelli a contattarci direttamente.

1 捧气贯顶白脉通 – Pěng qì guàn dǐng bái mài tōng – Portare il Qi al Bai Hui per sbloccare i meridiani.

Prendere l’energia (Qi) dalla Terra, quindi dal Cielo e farla scorrere nel nostro corpo. Il Qi scorre dal punto alla sommità del capo, BAIHUI (GV20, meridiano Du Mai), dove le mani si fermano per 3”, poi passa lungo il corpo e si scarica dal punto HUIYIN (CV1 meridiano Ren Mai) e dai punti YONGQUAN (KI1 meridiano del Rene) sulla pianta dei piedi.

Ricordiamo che tutti gli esercizi col tempo possono essere eseguiti ai tre livelli, Tiao Shen, Tiao Xi, Tiao Xin, ossia forma – respirazione – consapevolezza (intenzione).

2 任通督行神自通 Rèn tōng dū xíng shén zì tōng – Sbloccare vaso concezione e far scorrere Qi nel meridiano

Prendere l’energia dalla Terra e concentrarla nel punto LAOGONG (PC8 meridiano Pericardio) che si trova al centro del palmo della mano, quindi la dirigo nel punto YINTANG (al centro tra le sopracciglia), stimolo cervello e mente, poi l’energia scende lungo il corpo.

Come prima però concentro l’energia al centro delle dita nei punti ZHONGCHONG (PC9 meridiano Pericardio) e la dirigo nel punto YINTANG per poi farla scendere lungo il corpo.

Occorre rilassarsi quando si scende con le mani lungo il meridiano Ren Mai.

3 双手开合荡〔蕩盪〕污垢 Shuāng shǒu kāi hé dàng wūgòu – Due mani aprendosi e chiudendosi “remano” via lo sporco.

Raccolgo l’energia dall’ambiente, quindi apertura-chiusura con le mani sulla sommità del capo sopra il punto BAIHUI (già visto), è sempre il punto LAOGONG che confluisce l’energia, esso infatti si chiama Palazzo del Lavoro. La stessa cosa, ossia apertura – chiusura, all’altezza dei punti TAIYANG che si trovano alle estremità delle sopracciglia.

La stessa cosa davanti agli occhi.

La stessa cosa all’altezza della base del naso davanti al punto RENZHONG (GV26 meridiano Du Mai).

La stessa cosa, apertura – chiusura, all’altezza del punto SANZHONG (CV17 meridiano Ren Mai, punto di controllo del Qi).

Quindi il movimento ora diventa alto – basso, l’energia scorre dal BAIHUI al Dantian, le mani si congiungono al centro del petto nel punto CV17, prima si esegue con la sinistra sopra e la destra sotto, poi viceversa.

Infine un movimento diagonale (interno – esterno), prima con la sinistra sopra poi con la destra sopra, i palmi delle mani si congiungono sempre al centro del petto all’altezza di CV17.

4 三焦通利百病消 – Sān jiāo tōng lì bǎi bìng xiāo – Sbloccare con successo triplice riscaldatore = eliminare le 100 malattie

Congiungere le dita nei punti ZHONGCHONG (PC9) all’altezza del punto GUANYUAN (CV4 meridiano Ren Mai), a metà strada circa tra l’ombelico e l’osso pubico, quindi le mani salgono fino al punto SANZHONG (CV17) per poi ridiscendere.

5 抱球 () 带脉通 – Bào qiú zhuǎn yāo dài mài tōng – Tenere con le mani una sfera ruotare il busto = sblocca il dai mai (vaso cintura)

Posizionare le mani, la sinistra in alto, come se si tenesse una sfera, e ruotare il busto a sinistra e a destra girando contemporaneamente le mani. L’energia deve così scorrere lungo il meridiano Dai Mai (canale cintura che scorre orizzontalmente e regola l’afflusso di energia dall’alto al basso di tutti i meridiani e del sistema muscolare).

Col passare degli anni questo meridiano si allenta, ne soffrirà quindi la vitalità, per cui la nostra consapevolezza (intenzione) deve concentrarsi sul punto MINGMEN (GV4), che si trova tra la II e la III vertebra lombare all’altezza dell’ombelico, tale punto od area è detta la Porta del Destino o la Porta della Vita (vedasi www.salutemigliore.it), ed è la fonte del Calore o del Sole che da energia a tutto il corpo.

6 积气扩丹田 – Sān tíng jī qì kuò dān tián – Formare un accumulo di qi ed espandere il dantian

Tonifica i sistemi Milza-Pancreas e Stomaco.

Congiungere le dita delle mani col palmo in su e soffermarsi per 3” in tre diverse zone mentre si portano verso l’alto:

– GUANYUAN (CV4), zona di tonificazione del Rene in ogni forma e dello Yang

– SHENCHE (CV8, sull’ombelico) zona di tonificazione della Milza

– ZHONGWAN (CV12, a metà strada tra punta dello sterno e ombelico) zona di tonificazione dello Stomaco.

Quando le mani salgono ginocchia flesse, quando scendono distendere le ginocchia.

7 天地灵气信手采Tiān dì líng qì xìn shǒu cǎi – Le mani raccolgono energia pulita di cielo e terra.

Dal palmo della mano (verso l’alto – Cielo) nel punto LAOGONG (PC8) concentro l’energia che poi concentro, tramite il punto ZHONGCHONG (PC9 sulla punta del dito medio), nella zona del GUANYUAN (CV4)

Col palmo della mano verso il basso – Terra concentro l’energia che porto al centro del triangolo formato con le mani, nella zona dell’ombelico.

8 平衡阴阳致中和Píng héng yīn yáng zhì zhōng hé – Mettere in equilibrio yin e yang per equilibrio, stabilità e pace del centro.

Palmi delle mani rivolti l’uno contro l’alto per mettere in contatto il LAOGONG.

Davanti al GUANYUAN (CV4) si aprono e si chiudono le mani e le braccia congiungendo il punto LAOGONG (PC8).

Davanti all’ombelico lo stesso.

Davanti al punto SANZHONG (CV17) lo stesso.

Si ripete col palmo della mano rivolto verso il torace.

9 楼气贯腹元气 – Lóu qì guàn fù yuán qì yíng – Prendere Qi e farlo entrare nell’addome = aumentare la yuan qi

Porto l’energia esterna verso il Dantian (GUANYUAN CV4).

Rotazioni intorno all’ombelico, orarie ed antiorarie.

Concentrarsi sul Dantian fino a sentire Calore

Strofino le mani e massaggio il viso, il collo fino a congiungere le mani davanti allo sterno.

Massaggio la zona del MINGMEN per 36 volte.

Di seguito l’esecuzione del Maestro Lao When dei primi esercizi.

Il Corso di Tuīná 推拿 Migliore

Parlare del corso di tuina migliore può sembrare strano o forse presuntuoso, in realtà è l’occasione per rispondere ad una precisayi zhi chan esigenza, come stò per precisare. La Scuola di Tuina e Qigong organizzata a Brescia dall’Associazione Wu Wei è continuativamente attiva ormai dall’ottobre del 2000 ed in questo periodo dall’anno, prima dell’inizio delle lezioni è per me divenuto ormai un’abitudine rispondere alle domande di aspiranti corsisti che cercano in qualche modo di comprendere se in nostro sia realmente il corso di tuina migliore per le loro esigenze, dimenticando che questa informazione puo derivare solo dall’esperienza diretta delle lezioni. Delle “vere” lezioni intendo, non di un open day creato ad arte))). Trovate QUI il PROGRAMMA della Scuola.

La domanda che più mi fa sorridere suona più o meno cosi: “a suo parere perché dovrei iscrivermi proprio da Wu Wei, cosa rende il vostro corso di tuina migliore?”. Vista la frequenza di questa domanda ho quindi deciso di elencare una serie di aspetti che potrebbero risultare illuminanti.

  • Abbiamo circa due decenni di esperienza di formazione nel campo del Tuina, siamo la scuola che opera continuativamente da più tempo in Italia, abbiamo formato centinaia di operatori, alcuni dei quali operano ad altissimo livello.
  • Lo scrivente, Gabriele Filippini, oltre che Presidente dell’Associazione è anche il principale formatore…si occupa di discipline orientali continuativamente dall’età di 14 anni.. ed oggi sono 54).
  • Studiare la Medicina Cinese Classica e praticare le tecniche correlate significa ampliare, arricchire la propria visione del posto dell’Uomo nella Natura.
  • Crediamo fortemente nella nostra mission di diffusione della cultura dell’energia, per questo motivo consideriamo ogni classe un gruppo di appassionati, ed amici, il cui obiettivo è crescere insieme.Trovate qui alcune testimonianze.
  • Nella nostra Scuola studiamo il Nei Gong Tuina, stile particolare che accentua l’importanza dell’utilizzo dell’energia durante il lavoro. Le nostre manualità sono morbide, avvolgenti, molto gradite dai riceventi.
  • Il “segreto” della Scuola è la continua pratica del qigong che potenzia la capacità di trasmettere corrette informazioni di salute. Tali esercizi possono inoltre essere facilmente insegnati ai nostri utenti che saranno cosi coinvolti in prima persona nel miglioramento del loro benessere
  • Durante gli anni di corso dedichiamo spazio anche alle tecniche di comunicazione in modo da favorire la creazione di un rapporto empatico già dalla fase di raccolta dei dati
  • I nostri corsisti possono svolgere il tirocinio in una serie di strutture convenzionate tre le quali ci piace ricordare alcune RSA e Centri Anffas…è l’occasione buona per rendersi utili. Naturalmente è altresì possibile operare in centri benessere o decidere per l’autoformazione privata.
  • Il corso fornisce con l’iscrizione tutto il materiale didattico necessario, compreso un videocorso. Disponiamo inoltre di un ricco catalogo video dove è possibile trovare le principali lezioni di Gabriele Filippini e dei principali docenti che hanno colllaborato e collaborano con noi: Marco Perusi Savorelli, Paolo Fusaro, Carlo Di Stanislao, Wang Zhi Xiang, Ding Xiao Hong…
  • La nostra assicurazione professionale, stipulata con la Reale Mutua Assicurazione copre i corsisti per tutti i tre anni, sia in aula che durante l’attività di tirocinio o personale.
  • Wu Wei è un Ente Formativo riconosciuto dal CTS della Regione Lombardia. I nostri corsisti, alla fine del triennio, possono iscriversi nei Registri degli Operatori Tuina della Regione Lombardia. La libera attività professionale è garantita ex lege 4-2013

Naturalmente è un elenco che potrebbe continuare molto a lungo). Vi ricordo comunque che la prossima edizione inizierà il 12 ottobre prossimo. Gabriele Filippini è a disposizione al 3356289071 per fissare un incontro personalizzato di orientamento. Ascoltiamo da lui come si svolge una sessione di Tuīná 推拿.