Wu Wei Scuola Professionale di Tuina e Qi Gong – Massaggio Tradizionale Cinese

Wu Wei Scuola Professionale di Tuina e Qi Gong – Massaggio Tradizionale Cinese

Allievi di Wu Wei eseguono la tecnica Quen FaDSC02571L’Associazione Wu Wei propone a Brescia la decima edizione del Corso Professionale di Tuina e Qi Gong. Tale corso è riconosciuto dal Comitato Tecnico Scientifico della Regione Lombardia (CTS) e consente, dopo la conclusione del percorso formativo, di accedere a due fondamentali opportunità:

 
1)Iscrizione al Registro Regionale degli Operatori Tuina – DBN. Tale iscrizione consente di esercitare legalmente la professione di “Operatore Tuina”. (Decreto Regione Lombardia n. 4669/2012)
 
2) Accesso ai corsi di aggiornamento per ottenere l’ATTESTATO REGIONALE DI COMPETENZA IN TUINA con validità nazionale ed europea (Decreto Regione Lombardia n. 646/2013) . Organizzati dalla nostra scuola in collaborazione con Shiatsu Xin di Milano

Ricordiamo che il Tuina è il massaggio tradizionale cinese esercitato secondo le regole della tradizione energetica orientale. Un importante contributo alla diffusione della cultura del Benessere a Brescia. Il primo seminario si svolgerà nei giorni 18 e 19 ottobre 2014, contattateci per il calendario completo.

 IL CORSOproposto è biennale e comporta globalmente 500 ore di lezione articolate annualmente in:

  • 8 week ends
  • 1 seminario residenziale di 3 giorni
  • 100 ore di pratica e tirocinio
IL CORSO è a numero chiuso. Alla fine del biennio è previsto un esame teorico-pratico al superamento del quale verrà rilasciato un diploma sottoscritto dai docenti del corso. Gli allievi avranno poi accesso ad un terzo anno di specializzazione articolato in 4 weekend più 100 ore di pratica e tirocinio.
 Il Tirocinio viene svolto all’interno di strutture convenzionate:centri benessere, centri termali, RSA, studi fisioterapici e seguito da un apposito tutour.
Il monte ore globale ammonta a 650 ore come richiesto dal COMITATO TECNICO SCIENTIFICO della Regione Lombardia del quale Wu Wei fa parte.
 
Scarica i PDF:

 

IL CORSO
è patrocinato dall’Università di Medicina Tradizionale Cinese di Kunming e ne segue fedelmente l’impostazione didattica volta da un lato al recupero del significato più antico e tradizionale della MTC, dall’altro alla ricerca continua di nuove applicazioni.
L’associazione Wu Wei aderisce a O.T.T.O. (Operatori Tuina e Tecniche Orientali)

IL PROGRAMMA

MEDICINA TRADIZIONALE CINESE
  • il Tao, il Caos, Yin e Yang
  • Cielo Anteriore e Cielo Posteriore
  • le energie dell’uomo, le energie esterne
  • le 5 sostanze fondamentali
  • i 4 elementi, i 5 movimenti
  • la teoria dei meridiani e dei punti
  • i 6 livelli energetici
  • le funzioni di organi e visceri
  • le energie dell’uomo,  le energie esterne
  • gli 8 meridiani curiosi
  • i meridiani tendino muscolari
  • i meridiani luo
  • le 8 regole diagnostiche
  • l’analisi della lingua
  • i polsi di base
ANATOMIA OCCIDENTALE
  • Conoscenza di base dei sistemi anatomici fondamentali
QIGONG
  • Tecniche di rilassamento e percezione (Fang Song gong)
  • Ginnastica taoista
  • Esercizi dell’albero (Zhan Zhuang gong)
  • 6 suoni risananti (Liu Zi Jue)
  • Budi gong
  • Tecniche di espulsione delle xie qi
TUINA
  • le 8 tecniche di base
  • 12 tecniche accessorie
  • trattamento generale completo
  • sequenze per squilibri energetici specifici
  • il riequilibrio dei 7 sentimenti
  • trattamento dei meridiani curiosi
  • trattamento dei meridiani tendino muscolari
  • trattamento degli organi di senso
  • Comunicazione efficace
  • Mappa e territorio
  • Sistemi rappresentazionali
TECNICHE COMPLEMENTARI 
  • Moxa
  • Coppettazione
  • Tecniche fasciali occidentali ad azione specifica sui meridiani
COMUNICAZIONE EFFICACE nelle Relazioni di Aiuto 
  • Mappa e Territorio
  • Linguagi e Livelli nella comunicazione
  • Sistemi Rappresentazionali
  • Rapport
  • Generative Trance
Scarica il volantino Tuina 2014
Allievi Tuina 2013
Wu Wei Seminario di fine anno

 

 

 

 

 

 

QUOTA di ISCRIZIONE

I anno  €1350.00        II anno  €1350.00      III Anno  €650.00  

DOCENTI

GABRIELE FILIPPINI
  • Responsabile Tuina F.I.T.E.Q.
  • Specializzato in tecniche manuali cinesi (Tuina) presso l’International Educational Center of Traditional Chinese Medicine di Shanghai.
  • Operatore shiatsu
  • Istruttore autorizzato di Taiji Quan e Qi Gong della P.W.K.A. ITALIA, insegnante riconosciuto dal Maestro Wang Wei Guo.
  • Master in Programmazione Neuro Linguistica Conseguito presso Anthea International
  • Master in Generative Trance conseguito con Stephen Gilligan presso Divenire.Ch
DOTT. CARLO DI STANISLAO 
  • Medico chirurgo, specialista in dermatologia, agopuntore
  • Presidente AMSA – Associazione Medica per lo Studio dell’Agopuntura

 DOTT. CINZIA MILINI

  • Medico chirurgo, specialista in ortopedia e fisiatria, agopuntore
WHEN ZHONG YOU:
  • Maestro di Tuina e Qigong, responsabile per l’Italia dell’Universita di Kunming
GIACOMO VALPIOLA:
  • Massoterapista, Maestro di Tuina e Qigong, Laureato in Lingua Giapponese e Cinese
DOTT. LUCIANO BELOTTI:
  • Medico Chirurgo, Agopuntore, Direttore Sanitario RSA Cacciamatta di Iseo
DOTT. CINZIA CAPOFERRI
  • Terapista della Riabilitazione
  • Operatrice Tuina diplomata presso l’Associazione Wu Wei
  • Istruttore di Taijiquan riconosciuta da P.W.K.A.

Professione disciplinata dalla legge 4 – 2013

Qi Gong della Tartaruga, esegue il Maestro lao When

Il Maestro Lao When, durante il seminario di aprile della Scuola di Tuina e Qigong, ha insegnato, oltre a molte altre tecniche, il Qi Gong della Tartaruga, del quale presentiamo una esecuzione didattica. Ricordiamo che la prossima edizione della Scuola di di Tuina e Qigong inizierà a Brescia nell’ottobre 2012. Il Corso di formazione in Tuina (massaggio tradizionale cinese) ottempera ai requisiti richiesti dal Comitato Tecnico Scientifico della regione Lombardia

Trattamento generale del TRATTO CERVICALE con TUINA e MOXA
Ente iscrittoTrovate nell’articolo, in pdf, le indicazioni essenziali per il trattamento tuina del tratto cervicale come proposto nella Scuola di Tuina e Qigong organizzata a Brescia da Wu Wei , ricordiamo che la prossima edizione del corso inizierà il 17 ottobre 2015.
tuina cervicale, tecnica quen fa
quen fa sul tratto cervicale
 
 
Il Tuina per la prevenzione delle lombalgie nella pratica sportiva in base alle Costituzioni Energetiche
mou fa
mou fa sulla zona lombare

Nell’articolo, in Pdf, trovate indicazioni relative al mantenimento dello stato di forma ed alla prevenzione delle lombalgie nella pratica sportiva grazie all’utilizzo di tuina e moxa

La scelta dei trattamenti è basata essenzialmente sulla costituzione energetica individuale.

L’argomento viene trattato durante il secondo anno di corso della Scuola di Tuina e Qigong. Organizzata a Brescia da Wu Wei. La prossima edizione, che rispetta i parametri stabiliti dal Comitato Tecnico Scientifico della Regione Lombardia, inizierà il 17 ottobre 2015, in stretta collaborazione con A.M.S.A. (Associazione Medica per lo Studio dell’Agopuntura)

Buona lettura

Il Tuina per la prevenzione delle lombalgie nella pratica sportiva

 

 

 

Nèi Gōng Tuīná, il Massaggio Tradizionale Cinese basato sull’energia interna

Il Tuina si sta lentamente diffondendo anche in Italia, questo particolare massaggio energetico guadagna spazio insieme a tecniche ormai diffuse da molti anni, come lo shiatsu o la riflessologia plantare. In questa situazione di sviluppo graduale è fondamentale che il Tuina metta in evidenza le proprie peculiarità in modo da proporsi come sistema realmente particolare e unico. L’associazione Wu wei  opera dal 2000 organizzando regolarmente corsi di massaggio tuina a Brescia.

L’attenzione dei praticanti non può limitarsi al mero apprendimento della tecnica, è necessario lo studio approfondito della Medicina Tradizionale Cinese e soprattutto la pratica intensa e costante del Tai Chi Chuan e del Qigong. In particolare nei corsi di Tuina organizzati a Brescia dall’Associazione Wu Wei viene insegnato il Nei Gong Tuina, si tratta di uno stile molto particolare, fatto di tecniche estremamente morbide ed elastiche, nutrite in modo costante dall’utilizzo sapiente dell’energia interna. Il lavoro di base prevede l’utilizzo della tecnica Quen fa (rotolamento della mano, vedi più avanti) su tutte le parti del corpo del ricevente.Ottimo insegnante di questo stile è il M.  Wang Zhi Xiang che esegue il trattamento utilizzando movimenti fluidi e armoniosi che derivano direttamente dalla lunga pratica del Tai Chi Chuan. Le mani rimangono in costante contatto con il corpo del ricevente anche durante i necessari spostamenti del corpo. In questo modo il Maestro crea un vero e proprio campo di energia che avvolge completamente la persona. Tale campo di energia da un lato nutre e tonifica, e dall’altro genera uno stato di profondo rilassamento (Fang song) che consente poi l’applicazione delle manovre specifiche di tonificazione degli organi interni, in particolare la tecnica Bu shen fa (tonificazione dei reni) che corona in pratica ogni seduta di massaggio.

Quen fa
La tecnica Quen fa

È difficile descrivere a parole la qualità e la precisione dei movimenti di un vero esperto, vogliamo quanto meno illustrare i princìpi base della tecnica utilizzata più di frequente: Quen fa (rotolamento della mano).

Nel Tuina l’unico strumento di intervento è costituito dal corpo dell’operatore, la cui energia deve funzionare nel modo migliore per interagire efficacemente con quella del ricevente.

1) la cosiddetta “forza naturale del corpo – Zhi ren li’’: è la capacità naturale di lavoro ottenuta unendo la propria intenzione (Yi) a uno stato di spontaneità e rilassamento (Fang song). È una forza elastica, fluida e continua, in grado di penetrare profondamente e senza creare resistenze nel corpo del paziente. Il segreto di questo tipo di forza risiede proprio nella delicatezza con cui viene applicata, in grado di spingere il paziente a rilasciare spontaneamente le proprie barriere muscolari.

2) L’operatore di Tuina attinge costantemente alla propria energia interna alimentata dalla pratica continua del Neigong. A questo livello l’energia è come una corrente d’acqua capace di fluire ovunque si renda necessario.

3) L’energia della terra: durante il trattamento la nostra energia personale può non essere sufficiente. Occorre attingere continuamente alla terra che ci sostiene. In questo senso si dice che lo Yin (la terra) nutre lo Yang (l’uomo).Attingere energia dalla terra implica la capacità di radicarsi attivamente al terreno, i piedi devono realmente spingere verso terra, attitudine che può essere sviluppata grazie alla pratica del Tajiquan.

Vediamo ora come applicare questi princìpi alla tecnica Quen fa, o tecnica di rotolamento della mano. Questa tecnica viene eseguita mantenendo il corpo nella posizione Kon pu e ponendo il lato ulnare della propria mano a contatto con la zona da trattare; a questo punto si imprime un movimento di rotolamento circolare, mantenendo il polso estremamente morbido. La forza della tecnica proviene dal corretto uso del peso e delle articolazioni. La scuola di Shanghai le attribuisce tradizionalmente una serie di effetti energetici, che qui riportiamo:

“scalda e drena i meridiani e i collaterali, regola e armonizza energia e sangue, risolve le stasi, scioglie le contratture, rilassa i meridiani tendino-muscolari’’.

Queste poche nozioni costituiscono la base per l’apprendimento della tecnica Quen fa. Quello che di rado viene insegnato è il corretto uso dell’intenzione. A questo proposito, il Maestro Wang spiega come l’attenzione del praticante debba focalizzarsi innanzitutto sull’arto inferiore controlaterale rispetto al braccio che esegue la tecnica. Questo consente di prendere energia dal terreno e di inviarla al Tan Tien prima di impiegarla nel massaggio. Ma l’aspetto veramente fondamentale nell’esecuzione è il punto di attenzione relativo alla mano che esegue; contrariamente a quello che sembrerebbe più facile, l’intenzione non segue il dorso della mano direttamente a contatto con il corpo del paziente, bensì si focalizza all’interno del palmo, sul punto Laogong. Ad ogni rotazione della mano cerchiamo una sensazione di espansione del Laogong verso tutte le direzioni dello spazio; così l’energia Yin connessa ai meridiani del lato interno del braccio  può nutrire e promuovere l’energia Yang che scorre sul lato esterno della mano. Il corretto uso dell’intenzione permette quindi di eseguire un movimento equilibrato, in cui le energie Yin e Yang collaborano in modo efficace tra loro.

Consigliamo a tutti i lettori praticanti di Tuina di sperimentare la differenza quasi miracolosa di efficacia ottenuta modificando il punto di attenzione durante l’esecuzione del Quen fa.

Tradizionalmente vengono suggerite immagini metaforiche utili per ottenere una migliore qualità di esecuzione: la forza del praticante deve possedere contemporaneamente le caratteristiche della terra, del vento e dell’acqua; il gesto quindi sarà stabile come la terra, fluido come l’acqua e leggero come un soffio di vento.

Questo risultato finale deve essere raggiunto utilizzando un allenamento graduale suddiviso in quattro passi successivi:

1. Prima di tutto sviluppiamo il corretto uso del polso.

2. Trasmettiamo al polso la forza proveniente da tutte le articolazioni dell’arto superiore.

3. Coinvolgiamo nel movimento anche la forza della schiena e dell’anca.

4. Tutte le articolazioni del corpo partecipano all’unisono.

Gabriele filippini

la prossima edizione della nostra Scuola di Tuina e Qigong inizierà il 24 ottobre prossimo. Festeggiamo 20 anni di attività continua nel campo della formazione.